La sospensiva del TAR del 30 marzo 2016

Il TAR ha concesso la sospensione urgente del provvedimento ZTL con particolare riferimento alla loro tariffazione.
I nostri legali avevano infatti presentato "a sorpresa" una richiesta di trattazione urgente cautelativa "inaudita altera parte" per far pronunciare il TAR prima dell'entrata in vigore delle sanzioni previste per la tariffazione. A questo punto aspettiamo con serenità il 6 aprile, giorno in cui è fissata l'udienza del Collegio per decidere se concedere la "sospensiva".
Il Comune, intanto, ha rinviato l'entrata in vigore del provvedimento di altri 15 giorni.
La partita a scacchi continua.
Intanto adesso non c'è più alcun motivo di acquistare il pass prima del 6 aprile.
Ulteriore risultato raggiunto dai 200 cittadini, senza i quali, lo ricordiamo, le ZTL sarebbero partite già dal primo gennaio e senza alcuna modifica rispetto a quanto previsto nella delibera di Natale.
La sospensiva temporanea di oggi non anticipa in alcun modo l'esito del ricorso. L'unica ragione per cui è significativa è questa:

il TAR ha responsabilmente sospeso negli effetti il provvedimento per qualche giorno, per evitare che le scelte irresponsabili del Sindaco e dell'assessore Catania, di non attendere il pronunciamento e rinviare di pochi giorni, potessero causare dei danni alla città e alla stessa amministrazione.
Oggi si certifica l'irresponsabilità dell'amministrazione e si ribadisce la responsabilità dei giudici del Tribunale amministrativo, che a differenza del Sindaco hanno ritenuto necessario sospendere in via cautelare il provvedimento per qualche giorno. Adesso toccherà al TAR il 6 decidere definitivamente in merito alla sospensione cautelare delle ZTL. E non è così semplice, nè immediato, che la concedano.
Accetteremo la decisione del TAR e la rispetteremo, qualunque essa sia! Mi auguro che l'amministrazione faccia tesoro di questa esperienza per cambiare atteggiamento nei confronti di chi non condivide le sue scelte.
Sentiamo il bisogno di ringraziare i nostri legali: l'Avvocato Prof. Alessandro Dagnino, l'avvocato Giovanni Scimone e l'avv. Nadia Spallitta, per essersi spesi con dedizione, professionalità ed efficacia per la nostra causa.
Il provvedimento di oggi è frutto del loro impegno e della loro competenza.
Grazie.
Massimo Merighi

Pubblichiamo il provvedimento:

1

2

3

4

5

Copyright (c) Bispensiero 2013. All rights reserved.