Statuto

STATUTO

 

COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI

 

Art. 1 - Costituzione

 

E' costituita in data 7 gennaio 2008 a Palermo l'Associazione per la Tutela dei Diritti Civili denominata "BISPENSIERO".

Essa è retta dal presente Statuto e dalle norme di Legge vigenti in materia e trae ispirazione dagli ideali indicati dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani approvata e proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10/12/1948, ribaditi e rafforzati dalla Costituzione della Repubblica italiana e della Comunità Europea e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali del 1950 - e successive modifiche - che rappresenta tuttora un ineguagliabile strumento di garanzia individuale contro le violazioni dei diritti umani.

 

Art. 2 - Sede

 

L'Associazione ha sede in via S.M.20 n°4 - 90046 - Monreale, Pa.

 

Art. 3 - Durata

 

La durata dell'Associazione è illimitata

 

Art. 4 - Scopo e Finalità

 

L'Associazione, democratica e apartitica, non persegue, come scopo istituzionale, alcuna finalità lucrativa.

Essa si propone la tutela dei diritti civili e dei diritti umani fondamentali di ogni persona in campo civile, politico, religioso, dagli abusi perpetrati in violazione dei diritti garantiti dallo Stato di Diritto, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di nazione di residenza, di condizioni personali e sociali. L'associazione persegue come finalità generale la tutela dei diritti civili e dei diritti fondamentali dell'uomo, proponendosi di salvaguardare sia il singolo individuo sia le categorie più soggette agli abusi e alle discriminazioni che ledono tali diritti. In particolare l'Associazione si propone di promuovere l'osservanza concreta ed effettiva - sia in sede giurisdizionale sia in sede amministrativa - delle norme interne e di carattere internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti umani, affinché ogni individuo fruisca effettivamente della tutela cui ha diritto, anche in base alle norme internazionali efficaci per l'ordinamento giuridico interno. Facendo riferimento alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell'ONU e alla successiva Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali del 1950 e per effetto delle modifiche apportate a quest'ultima nel 1998, l'associazione promuoverà il rispetto da parte degli Stati contraenti degli obblighi derivanti dalla Convenzione, assicurato oggi dalla Corte Europea, organo giurisdizionale permanente con sede a Strasburgo, cui ogni individuo può rivolgersi, una volta esperiti tutti i rimedi interni, per denunciare violazioni dei propri diritti ed ottenere la riparazione dei danni subiti. L'Associazione è indipendente rispetto a qualsiasi ideologia di gruppo, partito politico o confessione religiosa.

Essa, svincolata da ogni riferimento partitico o ideologico, intende promuovere, sviluppare e diffondere la partecipazione dei cittadini alla vita politica del proprio Paese e l'interesse a tutela del bene comune: promuovere il monitoraggio della spesa pubblica, la trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni attraverso idonei mezzi pubblici di comunicazione, la formazione dei cittadini all'educazione civica e al rispetto della legalità, la tutela della legalità ovunque sia minacciata o dove si evidenzino forme esplicite o occulte di illegalità e di discriminazione.

L'associazione intende lavorare sulla formazione dell'opinione pubblica sensibilizzandola alla legalità ed alla partecipazione al bene comune attraverso la diffusione di una informazione libera, svincolata da interessi economici, partitici e di ogni sorta di lobby, per la difesa e la promozione di quanto sancito dall' art. 21 della Costituzione Italiana: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Intende occuparsi della promozione delle migliori iniziative di partecipazione popolare alla politica (petizioni, raccolte di firme, proposte di legge di iniziativa popolare, referendum, forum di discussione, commissioni di monitoraggio della spesa pubblica, gruppi di lavoro, comitati e gruppi di ricerca, ecc.), nel rispetto delle norme vigenti e usufruendo degli strumenti legislativi predisposti.

Fra le proprie più specifiche attività, l'Associazione prevede la produzione e la distribuzione di Volantini, Giornali, Libri, Gadgets. magliette, supporti di diffusione audio/video, la produzione e "organizzazione di spettacoli e di ogni tipo di evento culturale e/o aristico, nonché di ogni tipo di manifestazione organizzata, che possano contribuire alla diffusione delle idee e delle iniziative promosse dall'Associazione, alla diffusione dell'informazione libera, al raggiungimento degli scopi statutari ed all'autofinanziamento: tutto ciò senza discriminazioni di spazio, di tempo, di tendenze e di stili. In particolare. l'Associazione fornirà le proprie specifiche competenze rivolgendosi al mondo della politica, della sanità, del lavoro, dell'istruzione, della giustizia, dell'architettura, dell'arte, della cultura, dello spettacolo, del turismo, dell'animazione, dell'editoria e della comunicazione, per la promozione della legalità e per la tutela dei diritti fondamentali; per il recupero e la salvaguardia del patrimonio culturale e dell'ambiente; per la promozione di uno sviluppo economico sostenibile, realmente liberale, affrancato dagli interessi illeciti di ogni sorta; per una reale garanzia delle pari opportunità fra tutti, senza alcuna discriminazione.

Per il conseguimento degli scopi statutari l'Associazione si propone di:

A) Individuare gli strumenti legislativi che possano aiutare a sviluppare le professionalità e le competenze ordinate ad uno sviluppo economico, culturale e sociale, nonché alla partecipazione alla politica da parte della cittadinanza, offrendo la propria consulenza e i propri servizi a chiunque ne facesse richiesta, promuovendo lo sviluppo economico, sociale e culturale di ogni individuo, senza limiti di spazio e di tempo.

b) Creare uno strumento attivo, che possa stimolare la partecipazione dei cittadini nei confronti della amministrazione della cosa pubblica, che possa confrontarsi e proporre agli operatori privati e pubblici le risorse progettuali inerenti alla valorizzazione del territorio, alla salvaguardia dell'ambiente, alla soluzione delle emergenze che gravano sulla società, alla tutela dei diritti - con particolare riferimento ai diritti umani fondamentali - alla promozione della libertà di informazione, alla valorizzazione della cultura, della coscienza civica, della legalità e dell'intelligenza.

C) Costituire una rete di collaborazione e di coordinamento del panorama associazionistico volto a realizzare iniziative con finalità convergenti a quelle statutarie dell'associazione.

D) Creare una commissione di esperti che possa manifestare autorevolmente in ogni sede, con le modalità più opportune che la legge dispone, il pensiero dell'Associazione in merito alle attività che vengono svolte con l'ausilio di finanziamenti pubblici.

E) Allestire un censimento dei progetti e delle attività produttive, pubbliche e private, volti alla valorizzazione dell'ambiente, della sostenibilità, del territorio; al miglioramento della qualità della vita, alla formazione professionale/culturale/artistica del territorio, alla diffusione dell'informazione libera. Diffondere e pubblicare i risultati di tale censimento, anche attraverso un apposito strumento di comunicazione online.

F) Dare vita alla pubblicazione cartacea e web di un giornale d'informazione. Dare vita alla pubblicazione di siti web che forniscano ai soci, e non esclusivamente ad essi, gli strumenti di comunicazione necessari per esprimere liberamente le proprie idee ed opinioni ed organizzarle.

G) Istituire diverse Commissioni o Gruppi di Lavoro per l'approfondimento di tematiche quali, a titolo esemplificativo: Legalità e Antimafia - Cultura, arte e spettacolo - Dialogo (culture/religioni - Diritti umani - Immigrazione - Ecologia e Ambiente - Sostenibilità - Economia - Lavoro - Giustizia - Energia - Politica - Salute e medicina - Scuola, istruzione e formazione – Trasporti, mobilità e viabilità - Urbanistica, architettura e design urbano – Tecnologia, Rete e Informatica - Informazione e Comunicazione

H) Portare avanti azioni volte a favorire la creazione e l'animazione di centri per lo svolgimento delle attività di cui alle finalità statutarie, aperti a tutti, dotati di tutte le strutture e attrezzature necessarie.

I) Portare avanti azioni efficaci volte al controllo e al monitoraggio dell'Amministrazione Pubblica e dell'assegnazione dei finanziamenti pubblici con l'introduzione di criteri di trasparenza, congruità e produttività individuati dall'Associazione.

L) Promuovere azioni legali individuati e collettive, convenzionandosi con legali di propria fiducia, a tutela degli interessi e dei diritti dei propri soci e più in generale della collettività.

 

Art. 5 - Adesione

 

La facoltà di aderire all'Associazione è offerta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali. La domanda, su moduli prestampati da ritirare presso la Sede (o tramite modulo elettronico nel sito web), sarà indirizzata al Consiglio Direttivo e deve indicare, oltre i dati anagrafici e fiscali, l'accettazione dello Statuto e degli Organi di rappresentanza sociali. L'appartenenza all'Associazione ha carattere libero e volontario, ma impegna gli aderenti al rispetto delle decisioni prese dai suoi Organi Sociali, secondo le competenze statutarie, e a ad un comportamento corretto sia nelle relazioni interne verso i Soci sia verso terzi.

 

Art. 6 - Soci

 

I Soci si dividono in Fondatori, Sostenitori, Ordinari e Onorari.

I Soci Fondatori sono tutti coloro che di comune accordo, sono presenti all'atto della costituzione dell'Associazione. Soci Fondatori sono coloro che partecipano alla sua costituzione e sottoscrivono il presente Statuto. Essi si impegnano a promuovere l'associazione in tutti i modi consentiti dallo statuto. La qualifica di socio fondatore non decade per tutta la durata dell'associazione.

Soci Ordinari sono coloro che chiedono di far parte dell'Associazione. La loro ammissione è deliberata dal Consiglio Direttivo.

Soci Sostenitori sono coloro che intendono sostenere le attività della associazione attraverso donazioni, agevolazioni, e mettendo a disposizione dell'associazione mezzi e strutture volte a migliorarne l'efficacia in relazione ai fini statutari.

La partecipazione dei Soci all'elaborazione ed alla gestione dei programmi e delle attività, attraverso i propri organi di rappresentanza, è considerata prerogativa sostanziale e inalienabile di ciascun Socio e garanzia di democrazia per il buon funzionamento dell'Associazione. I Soci devono accettare integralmente le norme statutarie e regolamentari dell'Associazione e sono tenuti al pagamento di una quota associativa annuale, il cui importo è fissato annualmente dal Consiglio Direttivo. Sono esentati dal pagamento della quota annuale tutti i soci Onorari e i Fondatori, e solo essi.

Di fatto non c'è nessuna differenza tra i Soci. Tutti hanno diritto di voto per l'approvazione del bilancio, le modifiche statutarie e dei regolamenti interni e partecipano alle votazioni per l'elezione del Presidente e del Consiglio Direttivo.

I Soci Onorari sono persone di qualsiasi nazionalità, distintesi per la loro opera di salvaguardia, proposizione, e divulgazione della legalità, dei diritti fondamentali, della cultura, dell'ambiente, della sostenibilità, dell'educazione civica, della libera informazione ed insigniti di tale carica su proposta unanime dell'Assemblea dei Soci. Hanno funzione simbolica e di rappresentanza e possono partecipare alla vita sociale dell'Associazione.

Nessuna limitazione è posta al numero dei Soci.

L'Associazione fornirà a tutti i Soci una tessera sociale che avrà la validità annuale relativa al periodo sociale.

La qualifica di Socio decade per i seguenti motivi:

1) dimissioni scritte, motivate, indirizzate al Consiglio Direttivo;

2) mancato versamento della quota associativa annuale malgrado invito formale da parte dei Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo decide in merito in via definitiva e inappellabile;

3) allontanamento a seguito di gravi motivi riconosciuti dal Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo decide in merito in via definitiva e inappellabile;

4) grave inadempienza o disinteresse verso l'attività sociale, nel rispetto degli impegni ufficialmente presi nei confronti dell'associazione. Il Consiglio Direttivo decide in merito in via definitiva e inappellabile. In casi particolarmente gravi e motivati, il Consiglio Direttivo potrà negare il rinnovo della tessera sociale. In ogni caso il Socio dimissionario, radiato o espulso non ha diritto alla restituzione delle quote associative e/o contributi versati e non può vantare pretese sul patrimonio sociale.

I soci, in regola con il pagamento della quota di Associazione, hanno il diritto di partecipare all'Assemblea personalmente. Non è possibile delegare un altro Socio in caso di assenza.

 

Art. 7 - Organi

 

Gli organi dell'Associazione sono:

a) L'Assemblea dei Soci.

b) II Consiglio Direttivo

e) II Presidente.

di li Vice Presidente

e) II Tesoriere.

 

Art. 8 - Assemblea dei Soci

 

L'Assemblea dei Soci è l'organo supremo dell'Associazione. E' il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell'Associazione. Essa si riunisce almeno due volte all'anno per l'approvazione del rendiconto consuntivo (entro il 31 marzo) e del bilancio preventivo (entro il 30 ottobre), su convocazione del Presidente o, in caso di suo impedimento, su convocazione di uno dei membri del Direttivo da lui formalmente incaricato.

L'Assemblea dei Soci si compone del Consiglio Direttivo e di tutti i Soci dell'Associazione.

L'Assemblea è convocata tramite avviso pubblico affisso all'albo della sede e nell'apposito spazio in internet almeno 15 giorni prima della data fissata per l'assemblea; in casi di urgenza, la convocazione potrà avvenire anche via fax, via telegramma, via e-mail, via SMS telefonico, almeno 3 giorni prima della data stabilita.  

L'Assemblea deve essere convocata in via straordinaria qualora la maggioranza dei Soci lo richiedesse.

L'Assemblea dei Soci è considerata valida qualunque sia il numero dei partecipanti.

Le delibere dell'Assemblea dei Soci sono prese a maggioranza dei votanti e delle stesse deve essere data pubblicità mediante affissione all'albo della sede e pubblicazione nell'apposito spazio in internet del relativo verbale.

Le votazioni per l'elezione dei componenti del Direttivo avvengono con scheda e voto segreto, in cui ogni Socio potrà indicare due preferenze di cui una per la presidenza del Direttivo.

Le schede bianche saranno dichiarate nulle e non saranno considerate valide ai fini degli effetti delle votazioni.

L'Assemblea dei Soci in particolare:

- elegge il Presidente;

- elegge il Tesoriere del Consiglio Direttivo:

- elegge i Soci Onorari:

- approva le modifiche dello statuto deliberate dal Consiglio Direttivo:

- approva i bilanci preventivi e consuntivi:

- approva il programma di attività elaborato dal Consiglio Direttivo:

- approva le regolamentazioni per la partecipazione dei Soci alle iniziative dell'Associazione;

- propone attività e programmi e qualsiasi suggerimento possa migliorare la qualità dell'Associazione per incrementarne lo sviluppo.

 

Art. 9 - Consiglio Direttivo

 

 

II Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, dal Vice Presidente e dal Tesoriere.

Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno quattro volte l'anno.

La riunione è convocata dal Presidente tramite comunicazione ai singoli membri almeno una settimana prima della data prevista.

Il Consiglio Direttivo stabilisce i criteri di azione dell'Associazione e le loro modalità di attuazione, sulla base e tenendo conto delle indicazioni che emergeranno dall'Assemblea Generale.

Il Consiglio Direttivo promuove, regolamenta ed approva la Costituzione dei Gruppi di Lavoro pertinenti alle varie aree tematiche oggetto di interesse secondo i fini statutari ed ai relativi servizi che l'associazione offre in ciascun ambito tematico.

II Consiglio Direttivo amministra i beni dell'Associazione, ha il compito di creare e mantenere relazioni con altri Enti e di governare, amministrare e coordinare l'Associazione per il suo miglior funzionamento.

Le decisioni del Direttivo devono essere prese a maggioranza dei voti e alla presenza di almeno due componenti su tre. In caso di parità il voto del presidente vale doppio.

Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni e tutti i membri sono rieleggibili.

In particolare sono competenze del Consiglio Direttivo:

- la gestione ordinaria e straordinaria della Associazione;

- la preparazione del rendiconto consuntivo e del bilancio di previsione da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea dei Soci;

- la formulazione del programma dettagliato di attività;

- il vaglio delle domande di adesione;

- l'approvazione e l'emanazione dei Regolamenti necessari per la gestione dell'Associazione;

- deliberare le modifiche statutarie da sottoporre all'Assemblea dei Soci.

 

Art. 10 - Presidente

 

Il Presidente dell'Associazione è scelto tra tutti i Soci e viene eletto dalla maggioranza relativa dei presenti all'Assemblea dei Soci.

Egli è anche membro riel Direttivo oltre ad essere la figura di rappresentanza e di riferimento dell'Associazione rispetto a soggetti ed Enti esterni.

E' legale rappresentante dell'Associazione a tutti ali effetti.

Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti ali atti amministrativi compiuti dall'Associazione: può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi.

Conferisce ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consialio direttivo.

Il Presidente dura in carica cinque anni ed è rieleggibile.

 

Art. 11 - Vice Presidente

 

Il Vice Presidente è un socio dell'Associazione che viene scelto dal Presidente.

In qualità di Vice Presidente fa parte del Consiglio Direttivo. Egli sostituisce e svolge le funzioni del Presidente, con espressa delega, in caso di sua assenza. Ha diritto di voto nell'ambito delle delibere del  Consiglio Direttivo.

La durata della carica rimane a discrezione del Presidente, che può scegliere di rinnovarla a sua discrezione o di revocarla. In caso di revoca, il Presidente elegge un nuovo vicepresidente da lui scelto fra tutti i soci.

 

Art. 12 -Tesoriere

 

II Tesoriere viene eletto dall'Assemblea Generale dei soci. E' il membro del Direttivo che si occupa degli aspetti contabili e logistici dell'Associazione, verifica periodicamente la regolarità formale e sostanziale della contabilità, redige apposita relazione da allegare al bilancio preventivo e consuntivo. Il Tesoriere procede, previa autorizzazione del Presidente, ai pagamenti. Il tesoriere ha diritto di voto nell'ambito delle delibere del Consiglio Direttivo. La durata in carica è di cinque anni ed è rieleggibile.

 

Art. 13 - Modalità di voto

 

Nel corso dell'Assemblea Generale dei Soci tutte le votazioni si svolgeranno esclusivamente con voto segreto. All'interno del Consiglio Direttivo tutte le votazioni si svoleranno esclusivamente con voto palese.

 

Art. 14 - Dimissioni

 

Nell'eventualità di dimissioni da parte del Presidente, esso sarà sostituito dal Tesoriere del Consiglio Direttivo, cui subentrerà il Socio che lo segue nella graduatoria dei voti riportati nel corso della votazione che lo aveva eletto (l'ultimo dei non eletti dell'Assemblea dei Soci). In questo caso il nuovo Tesoriere ed il nuovo Presidente resteranno in carica fino alla successiva Assemblea Generale dei Soci, nella quale dovranno svolgersi le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo. Nel caso di dimissioni del Vicepresidente, o di revoca della sua carica da parte del Presidente, esso sarà sostituito da un altro socio, a scelta del Presidente.

Nel caso di dimissioni del Tesoriere, il sostituto, scelto dal Presidente, assumerà un incarico provvisorio fino alla successiva Assemblea dei Soci che dovrà provvedere all'elezione del nuovo Tesoriere.

 

Art. 15 - Quota Associativa Annuale

 

La quota associativa annuale è fissata, per il primo anno, nella misura di EURO 10 (DIECI) per tutti i soci. Negli anni successivi al primo la quota sociale sarà in seguito determinata dal Consiglio Direttivo. I Soci Onorari e i soci fondatori sono esentati dal pagamento delle quote annue.

 

Art. 16 - Patrimonio

 

Il patrimonio dell'Associazione è costituito da:

  1. beni, immobili e mobili;
  2. contributi;
  3. donazioni e lasciti:
  4. rimborsi;
  5. attività di carattere commerciale, di consulenza e produttive;
  6. eventuali fondi di riserva costituiti con l'eccedenza di bilancio;
  7. ogni altro tipo di entrate.

I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dal Consiglio Direttivo e da eventuali contributi straordinari stabiliti dall'Assemblea Generale, che ne determina l'ammontare.

Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dal Consiglio Direttivo, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statuarie dell'organizzazione.

L'Associazione contempla tra le proprie attività la vendita e l'acquisto (fra Essa e soggetti privati, associazioni o Enti Pubblici) di beni e servizi, concerti, spettacoli, eventi e manifestazione di qualsiasi genere.

Eventuali partecipazioni dei Soci ad attività promozionali organizzate e gestite dall'Associazione a sostegno e/o divulgazione delle proprie finalità avverranno esclusivamente a titolo volontario e gratuito, con il solo eventuale rimborso delle spese sostenute, se preventivate e approvate dal Consiglio Direttivo.

I proventi di queste attività verranno considerati a tutti gli effetti facenti parte del patrimonio dell'Associazione. Le entrate necessarie per la copertura delle spese inerenti alle varie attività dell'Associazione sono costituite dalle quote associative annuali e dagli eventuali altri contributi dei Soci, dai contributi di Enti pubblici e privati, Società, Associazioni e persone fisiche, anche non Soci, che vogliano sostenere l'attività dell'Associazione.

L'Associazione può accettare sponsorizzazioni (purché in linea o non contrastanti con le finalità dell'associazione), può richiedere finanziamenti pubblici e privati e può ricorrere ad abbinamenti pubblicitari per il sostegno finanziario delle finalità statutarie e per la copertura dei costi relativi alla realizzazione delle iniziative istituzionali.

L'associazione può accettare da parte della Pubblica Amministrazione qualsiasi tipo di contributo, anche in denaro. Potrà inoltre accettare eventuali strutture logistiche ad essa affidate sia in qualità di Sede e più in generale per lo svolgimento delle proprie attività. La pubblica amministrazione potrà offrire all'Associazione servizi di vario genere, anche come contributo alla comunicazione ed alla divulgazione degli eventi mediante pubblicità.

Eventuali utili conseguiti da servizi o prestazioni rese dall'Associazione, non possono in alcun modo generare dividendo tra i Soci, ma dovranno essere utilizzati per il raggiungimento delle finalità sociali.

L'Associazione, ai fini fiscali, deve considerarsi Ente non commerciale. L'Associazione non può distribuire anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell'Associazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

Art. 17 - Rimborsi Spese e Compensi

Tutti i Soci possono richiedere al Direttivo una somma a titolo di rimborso spese a sostegno di eventuali iniziative che saranno preventivamente giudicate valide e produttive dal Direttivo per il raggiungimento degli obiettivi statutari. Tali rimborsi dovranno essere preventivati ed approvati dal Consiglio Direttivo.

Al Presidente, al Vice Presidente ed al Tesoriere sarà possibile erogare un compenso attività, se previsto dal regolamento interno.

A qualunque altro socio sarà possibile l'erogazione di un compenso per le attività svolte, se prevista dal regolamento interno e approvata dal Consiglio Direttivo.

 

Art. 18 - Responsabilità dei Soci

 

La responsabilità dei Soci è limitata esclusivamente alla quota sociale da loro versata.

L'Associazione risponde pertanto nei confronti dei Soci solo con il proprio patrimonio sociale.

 

Art. 19 - Periodo Sociale

 

II periodo sociale dell'Associazione si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

 

Art. 20 - Esercizio Economico

 

L'esercizio economico - finanziario dell'Associazione chiude il 31 dicembre di ogni anno.

Entro il 28 febbraio di ogni anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del rendiconto consuntivo dell'esercizio precedente da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea.

Entro il 30 settembre di ciascun anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio di previsione relativo al successivo esercizio da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea.

Il rendiconto consuntivo ed il bilancio di previsione devono restare depositati presso la sede dell'Associazione e nell'apposito spazio in internet nei quindici giorni che precedono l'assemblea convocata per la loro approvazione.

 

Art. 21 - Scioglimento

 

L'Associazione si può sciogliere solo a seguito di delibera di un'Assemblea dei Soci appositamente convocata, la quale provvederà anche alla nomina di uno o più liquidatori.

Il patrimonio dell'Associazione eventualmente esistente al momento dello scioglimento deve essere devoluto ad altre associazioni con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3 comma 190, della Legge 23/12/96, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.

 

Art. 22 - Varie

 

Per quanto non previsto nel presente Statuto e nell'Atto Costitutivo dell'Associazione ai applicano le norme del codice civile relative alle associazioni nonché tutte le altre norme di legge in materia.

 

Art. 23 - Approvazione

 

II presente Statuto è stato approvato dalla prima Assemblea dei Soci che si è svolta a Palermo in data 7 gennaio 2008 di cui si allega il verbale.

L'entrata in vigore del presente Statuto è fissata in data 7 Gennaio 2008.

 

Monreale, lì 7 gennaio 2008

Copyright (c) Bispensiero 2013. All rights reserved.